contenuto del conto economico

Codice civile
Vigente al: 6 aprile 2020

Libro quinto – del lavoro

Titolo V – delle società

Capo V – società per azioni

Sezione IX – Del bilancio

Art. 2425. Contenuto del conto economico.
– Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
A) Valore della produzione:
1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.

Totale.

B) Costi della produzione:
6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
7) per servizi;
8) per godimento di beni di terzi;

9) per il personale:
a) salari e stipendi;
b) oneri sociali;
c) trattamento di fine rapporto;
d) trattamento di quiescenza e simili;
e) altri costi;

10) ammortamenti e svalutazioni:
a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
d) svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità liquide;

11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
12) accantonamenti per rischi;
13) altri accantonamenti;
14) oneri diversi di gestione.

Totale.

Differenza tra valore e costi della produzione (A – B).

C) Proventi e oneri finanziari:
15) proventi  da  partecipazioni,  con  separata  indicazione  di quelli relativi ad imprese controllate  e  collegate  e  di  quelli relativi a controllanti e a imprese sottoposte al controllo di queste ultime;

16) altri proventi finanziari:
a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni,  con  separata indicazione  di quelli da imprese controllate e collegate e di  quelli da controllanti e da imprese  sottoposte  al  controllo  di  queste ultime;
b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
c) da titoli iscritti nell’attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste ultime;

17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti;
17-bis) utili e perdite su cambi.

Totale (15 + 16 – 17+ – 17 bis).

D) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie:
18) rivalutazioni:
a) di partecipazioni;
b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
c) di titoli iscritti all’attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
d) di strumenti finanziari derivati;

19) svalutazioni:
a) di partecipazioni;
b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
c) di titoli iscritti nell’attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
d) di strumenti finanziari derivati;

Totale delle rettifiche (18 – 19).

Risultato prima delle imposte (A-B+-C+-D);

20) imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, differite e anticipate;
21) utile (perdite) dell’esercizio.

                                                             

Art. 2425-bis. Iscrizione dei ricavi, proventi, costi ed oneri.
– I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri devono essere indicati al netto dei resi, degli  sconti,  abbuoni  e  premi,  nonché  delle imposte direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi.
– I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri relativi ad  operazioni in valuta devono essere determinati  al  cambio  corrente  alla  data nella quale la relativa operazione è compiuta.
– I proventi e gli oneri relativi ad operazioni di compravendita  con obbligo di retrocessione a termine, ivi compresa  la  differenza  tra prezzo a termine e prezzo a pronti, devono  essere  iscritti  per  le quote di competenza dell’esercizio.
– Le plusvalenze derivanti da operazioni di compravendita con locazione finanziaria al venditore sono ripartite in  funzione  della durata del contratto di locazione.

Art. 2425-ter. Rendiconto finanziario.
– Dal rendiconto finanziario risultano, per l’esercizio a cui  è riferito il bilancio  e  per quello precedente, l’ammontare e la composizione delle disponibilità liquide, all’inizio e alla  fine dell’esercizio,  ed  i  flussi  finanziari  dell’esercizio  derivanti dall’attività operativa, da quella di investimento,  da  quella  di finanziamento, ivi comprese, con autonoma indicazione, le operazioni con i soci.


MAPPA DEL SITO


                                               

nota della redazione:
tutti i testi dei provvedimenti pubblicati non sono ufficiali. Per gli atti normativi, l’unico testo facente fede è quello pubblicato a mezzo stampa sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Per tutti gli altri provvedimenti, fanno fede i testi pubblicati sui siti istituzionali dei vari enti e agenzie governative.

**