Forme aggregative fra operatori economici

A.T.I. e gare di appalto

In questa sezione sono pubblicate alcune pagine che trattano il tema delle associazioni temporanee d’impresa.

Cosa sono le A.T.I.
Le associazioni temporanee d’impresa sono composte da due o più operatori economici che cooperano mettendo a disposizione del gruppo le proprie strutture, il personale specializzato, attrezzature e conoscenze, al fine di offrire i requisiti  (….. continua)

________________________________

Le varie forme delle A.T.I.
Il contratto per costituire un’associazione temporanea d’impresa può essere: con atto pubblico o scrittura privata.
In entrambi i casi, le sottoscrizioni devono essere autenticate.
Le associazioni temporanee possono avere tre forme (….. continua)

________________________________

I vantaggi di una A.T.I.
Dalle norme che disciplinano le associazioni temporanee d’impresa (A.T.I.), si può affermare che i vantaggi sono i seguenti:
maggiori opportunità per microimprese e ditte artigiane; accesso al credito. A volte l’ente appaltante (….. continua)

________________________________

Modelli alternativi alle A.T.I.
il codice dei contratti pubblici incoraggia l’aggregazione degli operatori economici e l’art. 45 del D.lgs. n. 50 del 18/4/2016, riconosce tre soggetti: le associazioni temporanee d’impresa (A.T.I.); i consorzi; le reti d’impresa. In ogni caso, tutti devono (….. continua)

________________________________

Cooperative e gare di appalto

In questa sezione sono pubblicati alcuni aspetti utili per coloro che intendono partecipare a gare di appalto o per sviluppare una successiva ricerca su questioni fiscali. Clicca liberamente su (….continua) non bisogna fare login.

Cosa sono le cooperative.
L’argomento che ha per oggetto le “cooperative” è molto vasto e in questa pagina tenteremo di fare una sintesi, in funzione delle gare di appalto. In Italia, le cooperative esistono da più di un secolo e sono una delle più antiche forme associative, con funzioni mutualistiche in vari settori di attività e molteplici funzioni. Per chi desidera creare una cooperativa orientata nell’acquisizione di contratti con la pubblica amministrazione, ha l’imbarazzo della scelta ma giunti alla fase operativa, per la complessità delle norme, è consigliabile chiedere assistenza a studi legali e commercialisti. Le “cooperative” possono partecipare come concorrenti nelle gare di appalto indette dalla pubblica amministrazione e la norma cui fare riferimento è l’art. 45 del D.lgs 50/2016. (….. continua)

________________________________

Cosa sono i gruppi cooperativi paritetici.
Il codice civile traccia una netta distinzione fra società cooperativa e “gruppo cooperativo paritetico”. Per quanto riguarda il codice dei contratti pubblici, nelle definizioni di “operatore economico” il gruppo cooperativo paritetico non è indicato in modo esplicito. Sono riconosciuti operatori economici che possono concorrere nelle gare di appalto: la cooperativa, il consorzio di cooperative, la rete d’impresa e le associazioni temporanee d’impresa. Pur essendo una forma aggregativa, la funzione di un “gruppo cooperativo paritetico” si limita nel promuovere le attività degli aderenti attraverso un progetto comune e sotto la direzione e il coordinamento di una o più società cooperative “capo gruppo”, attività ben diversa rispetto al consorzio. (….. continua)

________________________________

Consorzio e gare di appalto

In questa sezione sono pubblicate alcune pagine che trattano il tema delle realtà aggregative del consorzio.

Cosa sono i consorzi.
Il consorzio, disciplinato dalle norme contenute nel TITOLO X “della disciplina della concorrenza e dei consorzi” del codice civile, è una forma aggregativa fra operatori economici e nella generalità dei casi, è composto da microimprese, piccole e medie imprese. (….. continua)

________________________________

Le varie forme dei consorzi.
Nel merito della società consortile, questa è regolamentata dall’art. 2615-ter del codice civile, iscritta nel registro imprese, e nel merito delle gare di appalto indette da enti pubblici, la norma cui fare riferimento, in particolare, è l’art. 45 del D.lgs. 50/2016 (….. continua)

________________________________

I vantaggi di un consorzio.
Consorzio significa condividere su base volontaria conoscenze, risorse aziendali e finanziarie. In alcuni casi, lo scopo è formare una squadra di imprenditori determinati nel partecipare a tutte le gare di appalto indette dalla pubblica amministrazione in Italia (….. continua)

________________________________

Modelli alternativi a un consorzio.
Il consorzio, in forma interna o esterna, prevede molte possibili attività e nel merito, l’art. 45 del D.lgs. 50/2016 indica i soggetti che possono concorrere e fra questi vi sono: il consorzio, le reti di impresa, le associazioni temporanee di impresa (A.T.I.).  (….. continua)

________________________________

Rete di impresa e gare di appalto

In questa sezione sono pubblicate alcune pagine che trattano il tema delle reti d’impresa. Clicca su (….. continua), non è richiesto alcun login.

Cosa sono le reti di impresa.
La rete di impresa è una forma aggregativa finalizzata alle attività economiche organizzate composta da due o più imprese che secondo i legislatori, è uno strumento che si affianca ai consorzi fra imprese. Infatti, l’aspetto centrale è la cooperazione  (….. continua)

________________________________

Le varie forme delle reti di impresa.
In merito al tipo di organizzazione possiamo distinguere le reti semplici orientate alla condivisione, le reti contratto e soggetto. A loro volta si possono distinguere in reti con organizzazione verticale e reti con organizzazione orizzontale (….. continua)

________________________________

I vantaggi di una rete di impresa.
Dalle numerose norme a sostegno delle reti di impresa, si possono evidenziare alcuni vantaggi che sono: una responsabilità limitata, finanziamenti agevolati e accesso al credito, maggiore capacità per le microimprese, partecipare alle gare di appalto (….. continua)

________________________________

Modelli alternativi alle reti di impresa.
In alternativa alle reti di impresa, gli operatori economici possono scegliere altre forme aggregative, ad esempio: i consorzi, le associazioni temporanee d’impresa. Il contratto di rete non si limita a un evento estemporaneo ma lo scopo è (….. continua)

________________________________

**

______________________

MAPPA DEL SITO
______________________

 

**